Venezia! Esiste una città più ammirata, più celebrata, più cantata dai poeti, più desiderata dagli innamorati, più visitata e più illustre? Venezia! Esiste un nome nelle lingue umane che abbia fatto sognare più di questo?

Guy de Maupassant

Venezia è una città meravigliosa e senza dubbio merita di essere visitata almeno una volta nella vita. Se sei amante dell’arte e dell’architettura, questo luogo fa proprio al caso tuo. Continua a leggere per immergerti con me nell’atmosfera magica della Serenissima, ma prima qualche dritta utile.

COME RAGGIUNGERE VENEZIA 

La città è raggiungibile con qualsiasi mezzo, ma a mio parere il modo più pratico e veloce per arrivare a destinazione è il treno, soprattutto quando si alloggia nelle città limitrofi. Treni regionali veloci diretti alla stazione di Venezia – Santa Lucia circolano piuttosto spesso e il costo è ridotto: per esempio, soggiornando a Treviso in 30 minuti e con €3,40 ho raggiunto Venezia. Se invece, preferisci muoverti via mare e arrivare più vicino al cuore della città da Fusina partono battelli che in poco più di 25 minuti portano alle Zattere di Venezia al costo di €13 andata e ritorno, risparmiandoti la traversata della laguna.

Scorcio di uno dei tanti canali di Venezia

Scorcio di uno dei tanti canali di Venezia

COME MUOVERSI A VENEZIA 

La città è ben collegata dai vaporetti, l’unica pecca è il prezzo: la corsa singola vale 75 minuti e costa €7,50, ma esistono anche delle formule più convenienti come il biglietto per spostamenti illimitati valido 24h a €20. In ogni caso, il modo migliore per visitare Venezia è a piedi! Solo così è possibile scoprire le sue innumerevoli calli e campi, allontanandosi dai luoghi turistici per assaporare la vera essenza del posto.

Giorno 1

SESTRIERI DI DORSODURO, SAN MARCO E CASTELLO

Raggiunta la stazione di Venezia – Santa Lucia in prima mattinata, ho optato di dirigermi a Dorsoduro con il vaporetto. Le linee 1 e 2 (Ferrovia – San Marco) sono sempre le più affollate, ma avendo pochi giorni a disposizione muoversi in barca può tornare utile.

DORSODURO 

Il vaporetto risale il Canal Grande permettendo un primo assaggio di Venezia: palazzi e canali minori si susseguono, si passa sotto il celeberrimo ponte di Rialto e finalmente l’Accademia. Il Ponte dell’Accademia è facilmente riconoscibile perché costruito in legno, inoltre è uno dei pochi ponti che attraversa il Canal Grande e l’unico che collega San Marco a Dorsoduro.

Panorama dal Ponte dell'Accademia

Panorama dal Ponte dell’Accademia

Il sestriere è ricco d’arte, infatti qui risiedono le Gallerie dell’Accademia in cui sono ospitati importanti dipinti rinascimentali, barocchi e rococò, e la Collezione Peggy Guggengheim famosa per l’arte moderna e contemporanea. La visita del sestriere termina con la Basilica di Santa Maria della Salute collocata sulla Punta della Dogana.

Sestriere di San Marco da Dorsoduro

Sestriere di San Marco da Dorsoduro

SAN MARCO 

Il sestriere di San Marco pullula di turisti poiché tutte le principali attrazioni vi risiedono. Da qui si può godere di un bellissimo panorama dell’isola di San Giorgio Maggiore, riconoscibile per l’alto campanile.

Isola di San Giorgio Maggiore

Isola di San Giorgio Maggiore

La Basilica di San Marco e il Campanile meritano una visita, ma sin dal primo mattino si creano code lunghissime per entrare. Purtroppo io ho dovuto rinunciare, ma se sei un viaggiatore ben organizzato puoi sempre prenotare la visita online: questo ti permetterà di saltare la fila, ma potrai accedere alle attrazioni soltanto all’orario prestabilito.

Prenota la tua visita qui

Basilica di San Marco

Basilica di San Marco

Piazza San Marco

Piazza San Marco

Altra tappa fissa è il Ponte dei Sospiri, il cui nome trova spiegazione nella storia: a sospirare erano i prigionieri che attraversavano il canale per giungere a Palazzo Ducale dove una volta risiedevano le prigioni.

Ponte dei Sospiri

Ponte dei Sospiri

CASTELLO 

Non c’è ombra di dubbio: Venezia è magia e la libreria Acqua Alta è il posto perfetto per toccarla con mano. Il negozio si trova nel Campiello del Tintor, nei pressi della chiesa di Santa Maria Formosa. Se sei amante della lettura, una volta entrato non vorrai più uscire! Centinaia di libri di ogni genere accatastati in tutti gli angoli rendono la libreria un posticino davvero suggestivo.

Libreria Acqua Alta

Libreria Acqua Alta

Giorno 2

BURANO, SAN POLO, SANTA CROCE E CANNAREGGIO

Dalla stazione ferroviaria si raggiunge Burano solamente con un cambio di vaporetti: la prima tappa è Fondamente Nove raggiungibile con la linea 4.2 o 5.2, da lì il traghetto n°12 porta all’isolotto colorato. Ricorda che il biglietto vale 75 minuti e il tragitto fino a Burano ne dura ben 52, prima di partire controlla che tra una coincidenza e l’altra non passi troppo tempo!

Attraccati all’isola non si può far altro che restare ammaliati dall’infinità di tonalità presenti: ogni casetta è sgargiante e diversa l’una dall’altra. Burano è un accumulo di case e piccole botteghe, per visitarla si impiega massimo un’ora, ma gli scorci che offre sono unici al mondo.

Burano

Burano

SAN POLO E SANTA CROCE 

Muoversi a Venezia non è facile come sembra. Le calli sono infinite e non tutte sono segnate sulle cartine della città, ma fortunatamente dei cartelli indirizzano agli interessi principali. Grazie a loro ho raggiunto il Ponte di Rialto, ma soprattutto il Fondaco dei Tedeschi, un palazzo di quattro piani adibito a grande magazzino di lusso. L’entrata è gratuita e sempre gratuitamente si può salire sulla terrazza panoramica all’ultimo piano. In linea d’aria ci si trova sopra il Ponte di Rialto e si può godere di una vista a 360° di Venezia.

Panorama dal Fondaco dei Tedeschi

Panorama dal Fondaco dei Tedeschi

Se la tua visita a Venezia è programmata prima della fine di novembre 2017, potrai vedere una scultura realizzata dall’artista Lorenzo Quinn per porre l’attenzione sulla problematica del riscaldamento globale. L’installazione consiste in due braccia che escono dall’acqua per “sostenere” i lati dell’hotel Ca’ Sagredo.

Scultura Lorenzo Quinn

Scultura Lorenzo Quinn

CANNAREGGIO 

Questo sestriere è famoso per il Ponte della Costituzione, meglio conosciuto come Ponte di Calatrava. La struttura è la più moderna e recente che si possa vedere a Venezia, infatti il ponte è stato inaugurato nel 2008.

Ponte di Calatrava

Ponte di Calatrava

Hai appena letto il resoconto dei miei due giorni a Venezia. Hai trovato interessante questo articolo? Fammi sapere la tua!