Valencia offre attrazioni per tutti i gusti.
Per chi ama l’arte, la città ospita numerosi musei e gallerie. Per chi ama l’architettura, edifici in stile gotico e modernista condividono la ribalta con strutture ultra moderne. Per chi ama la natura, oltre 9 km di parco sorgono nell’antico letto del fiume Turia. Per chi ama il cibo, a Valencia si mangia la migliore paella di tutta la Spagna. Per chi ama il divertimento, i valenciani amano riunirsi la sera e fare festa in compagnia.

Ma ecco la mia TOP 3, le tre cose che mi sono piaciute di più in questa meravigliosa città.

1. OCEANOGRÀFIC

Al primo posto non poteva non esserci l’Oceanografico, l’acquario più grande di Europa.
Nel parco sono circa 500 le specie presenti per un totale di 45.000 esemplari, tra cui trichechi, beluga, pinguini, foche, fenicotteri e ibis rosso.

La struttura si sviluppa in un’area di circa 100.000 m² ed un volume di 42 milioni di litri d’acqua. Il complesso è diviso in zone che riproducono gli ambienti marini più disparati presenti sulla Terra: il Mediterraneo, le zone umide, il mare Tropicale, gli Oceani, l’Antartico, l’Artico, le isole e Mar Rosso.
Le parte più suggestiva dell’Oceanogràfic è un tunnel sottomarino della lunghezza di 70 metri.

INFO PRATICHE
ORARIO: consulta il sito
PREZZO: €29,10, studenti €21,85

2. JARDÍN DE MONFORTE

Il secondo posto se lo aggiudica il Giardino di Monforte, un giardino di stile neoclassico risalente all’epoca del 1860-1870. All’interno si  distinguono statue, laghetti, sorgenti, viottoli, padiglioni di riposo, un roseto e una galleria di piante rampicanti. Il tutto conferisce effetti paesaggistici molto suggestivi e contribuisce a farne uno dei giardini più belli di Valencia.
I periodi migliori per visitarlo sono, ovviamente, la primavera e l’estate.

INFO PRATICHE
DOVE: Carrer de Montfort
ORARIO: marzo/settembre 10:30-20, ottobre/febbraio 10:30-18

3. CATTEDRALE

Alla terza posizione troviamo la Cattedrale di Valencia che attrae fedeli e curiosi da tutto il mondo, il perché? Si ritiene che in una cappella sia conservato il Santo Calice che Gesù Cristo utilizzò durante l’Ultima Cena, il Santo Graal. La sua autenticità non è mai stata confermata, ma re e papi si sono recati a pregare davanti a questa coppa, tra cui papa Benedetto XVI.

Oltre alle leggende, la Cattedrale ha un certo rilievo anche per quanto riguarda lo stile architettonico. Le influenze barocche, gotiche e romaniche la rendono particolare e ne sono esempio i tre portali: la Puerta de la Almoina è romanica, la Puerta del Hierro è barocca e la Puerta de los Apóstoles è gotica.
Altro elemento architettonico della Cattedrale è il Miguelete, una torre alta più di 50 metri su cui si può salire grazie ad una scala a chiocciola composta da ben 207 gradini.

INFO PRATICHE
ORARIO: giorni feriali dalle ore 10 alle 18, sabato e vigilia dei giorni festivi dalle ore 10 alle 17.30, domenica e festivi dalle ore 14 alle 17.30 (d’estate tutti i giorni fino alle 18.30)
PREZZO: €3

I miei video di Valencia

Se ti è piaciuto l’articolo fammelo sapere con un commento qui sotto