Solo un giorno a Petra? Nessun problema, in una giornata si possono visitare tantissime attrazioni dell’antica città! Il Tesoro di Petra, il monastero, le tombe reali, l’altura del sacrificio, il teatro e diversi punti panoramici sono tra queste.

Consigli utili

Come vestirsi. Se si ha solo un giorno a disposizione è sottointeso che bisognerà camminare tanto, quindi scarpe comode. Se si visita il sito durante i mesi estivi sono indispensabili anche cappello o pashmina, occhiali da sole e crema protettiva.

Quando entrare. Personalemente preferisco sempre visitare le attrazioni quando sono meno affollate quindi consiglio di entrare a Petra il prima possibile, il meglio è all’apertura così da evitare le comitive dei viaggi organizzati che arrivano per le 8. Il sito apre tutto l’anno alle ore 6.

Jordan Pass. Se avete intenzione di soggiornare almeno 3 notti consecutive in Giordania, acquistate il Jordan Pass. Questo biglietto vi esenterà dal pagamento del visto e include tantissime attrazioni, tra cui Petra. Il risparmio è evidente, basta fare due calcoli: l’ingresso a Petra costa 5o JD e il visto 40 JD, il Jordan Pass compreso di una sola entrata al sito costa 70 JD.

Main Trail dall'alto

Main Trail dall’alto

Cosa mangiare. Lungo i percorsi del sito ci sono diversi punti ristoro, ma un solo ristorante, il Basin Restaurant, che si trova alla fine del Main Trail e all’inizio del sentiero diretto al Monastero. I prezzi sono piuttosto elevati e il mio consiglio è quello di portarsi il pranzo al sacco e di usufriure dei tavoli disponibili davanti al ristorante. Se invece avete avete bisogno di comprare dell’acqua, optate per uno dei tanti banchetti beduini dove, con solo 1 JD, potrete comprare bibite in lattina o bottiglie d’acqua da 1 litro e mezzo.

Baratto con i beduini. Mentre sbirciavamo tra i banchetti di souvernir, alcune donne beduine ci hanno chiesto se avessimo dei trucchi o un powerbanck da poter scambiare con i loro prodotti. Ci hanno raccontato che vivono nelle grotte di Petra, sono nate lì, non escono mai dal sito e usano spesso il baratto per ottenere quello che gli serve. Quindi ricordatevi di portargli quacosa di utile: un vantaggio per loro e per voi!

L’itinerario di un giorno

La nostra giornata a Petra è stata piuttosto impegnativa: siamo entrate nel sito poco prima delle 7 e siamo uscite intorno alle 18, abbiamo fatto circa 46 mila passi e percorso 28 km.
Il nostro itinerario è consigliato a persone che sono abituate a camminare, soprattutto se la vostra visita a Petra è in programma in una calda giornata estiva. Durante la visita abbiamo avuto più volte modo di fermarci a riposare, bevendo qualcosa di fresco.

Di seguito la mappa di tutti i percorsi possibili all’interno del sito di Petra. Il nostro itinerario di un giorno prevede i percorsi rosso(1), arancione(3), viola(4), e verde(2).

Mappa di Petra

Mappa di Petra

PETRA VISITOR CENTRE – STRADA DELLE FACCIATE (Main Trail)

Dal Petra Visitor Centre inizia il sentiero del Bab As Siq dove si possono osservare alcune tombe, le prime tracce dell’antica città, ma il vero spettacolo inizia percorrendo il Siq: una gola lunga 1,2 km dalle strette e rossicce pareti verticali. Tecnicamente il Siq non è un canyon, ma una faglia geologica prodotta da forze tettoniche.
Il sentiero del Siq finesce aprendosi sull’icononico e maestoso Tesoro, la tomba più conosciuta e fotografata dell’intero sito. Sapete da dove deriva il suo nome? Secondo la leggenda un faraone nascose nell’urna sulla facciata un tesoro, di sicuro qualcuno credette a questa storia visto che l’urna è crivellata di colpi. Il nostro cammino continua lungo il Siq esterno, sorpassate le bancarelle di souvenir, e all’altezza della Strada delle Facciate (poco prima del Teatro) girate a sinistra e prendete la scalita diretta all’Altura del Sacrificio.

STRADA DELLE FACCIATE – QASR AL-BINT (High Place of Sacrifice Trail/Wadi al Farasa)

Alla fine della salita vi troverete ad un bivio dove si innalzano gli straordinari obelischi, andate sulla destra per raggiungere la piattaforma sacrificale. Superate l’altare dove venivano sacrificati gli animali e sedetevi ad ammirare una delle sette meraviglie del mondo dall’alto.
Ritornate al bivio degli obelischi e imboccate la strada opposta, il Wadi al Farasa. Il sentiero è quasi tutto in discesa e permette di scoprire alcune tombe meno conosciute come la Tomba del Giardino e del Soldato Romano. Il percorso costeggia anche alcune abitazioni nabatee fino ad arrivare al Qasr Al-Bint, ricongiungendosi al Main Trail.

QASR AL-BINT – MONASTERO (Ad-Deir Monastery Trail)

Arrivate al Qasr Al-Bint ci siamo riposate un pochino, qui ci sono dei tavoli e delle sedie che tutti possono utilizzare e i servizi igienici. Dopo una mezz’oretta di pausa siamo ripartite alla volta del Monastero. Il sentiero si snoda alla destra del ristorante Basin ed è piuttosto faticoso: consiste in diverse rampe di gradini in salita scavati nella roccia, a volte con delle forme un po bizzare, la salita dura all’incirca un’ora. Sulla via ci sono tantissimi banchetti di souvenir, darci un’occhiata può essere la scusa per riprendere un po’ di fiato.
Il Monastero è simile al Tesoro, ma molto più grande, e a mio parere anche molto più bello! Non tutti però intraprendono il sentiero per raggiungerlo, spaventati dagli oltre 800 gradini. Dietro al chiosco di tè, posto di fronte al monumento, ci sono diversi punti panoramici da cui poter vedere il Monastero dall’alto, ma anche le terre confinanti.

Monastero di Petra

Monastero di Petra

MONASTERO – PUNTO PANORAMICO SOPRA AL TESORO (Al-Khubtha Trail)

Una volta ricaricate le pile, percorrete lo stesso percorso nel senso opposto, in discesa. Arriverete di nuovo al Basin Restaurant, immetetevi nel Main Trail, costeggiate il Grande Tempio e attraversate la Strada Colonnata. Una volta di fronte alle Tombe Reali, girate sulla sinistra. Da qui parte un sentiero di circa 40 minuti che porta al punto panoramico sopra al Tesoro, anche questa strada è costituita da gradini in salita. Terminate le scale, poco dopo avere superato in linea d’aria il teatro, prendete la discesa sulla sinistra e seguite le indicazioni dei cartelli “Best view of the Treasury”. Arriverete ad una piccola tenda beduina che si affaccia a circa 200 metri di altezza sul Tesoro, comprate una bottiglietta d’acqua o una bibita e sedetevi nella tenda a chiaccherare con gli altri ospiti e ad ammirare il panorama.

PUNTO PANORAMICO SOPRA AL TESORO – TOMBE REALI (Al-Khubtha Trail)

Dal punto panoramico tornate indietro dalla stessa strada dalla quale siete arrivati, fino alle maestose Tombe Reali. I monumenti in questione sono la Tomba dell’Urna, la Tomba di Seta, la Tomba Corinzia e la Tomba del Palazzo. Senza alcun dubbio la Tomba della Seta è la più riconoscibile, grazie alle sue straordinarie vanature rosa, bianche e gialle che colorano la facciata.

Il Tesoro dall'alto

Il Tesoro dall’alto

TOMBE REALI – TEATRO (Main Trail)

Terminata la visita delle Tombe Reali, tornate nuovamente sul Main Trail e dirigetevi verso il Teatro, l’unica attrazione del sentiero principale che non avete ancora visto. La giornata a Petra è quasi giunta al termine: incamminatevi verso il Tesoro, ammiratelo ancora un po’ e imprimetevi bene nella mente la sua immagine dopodiché imboccate il Siq verso il Visitor Centre.

Ti sta venendo voglia di partire per la Giordania? Fallo, non te ne pentirai! Scopri voli per Amman e Aqaba, hotel e noleggio auto con momondo🌍

Trova voli con Momondo Trova hotel con Momondo Noleggia auto con Momondo

Potrebbe interessarti: Giordania: è una meta sicura?

@momondo – #owtravelers – #admomondo


Ti piacciono i miei articoli? Iscriviti alla newsletter per ricevere a fine mese il riassunto dei post pubblicati, codici sconto e tutte le novità!