Chi meglio dei locals può dare consigli sulle attrazioni da non perdere in Portogallo? Grazie a momondo, i partecipanti al programma Open World Traveler hanno avuto la possibilità di svelare gli angoli meno conosciuti dei propri paesi di provenienza. Ho scelto di mettere insieme alcuni dei suggerimenti dei locals portoghesi, sperando di partire presto per un on the road del Portogallo!

Trova voli per il Portogallo

Citta’e cultura

COIMBRA

Situata nel centro del Portogallo, la città di Coimbra è patria di una vasta storia che è impossibile esplorare in profondità in solo un giorno o due, tuttavia se si hanno pochi giorni a disposizione si puo’ avere un piccolo assaggio del vero Portogallo.

Coimbra è anche conosciuta come la città della conoscenza o la città degli studenti, tutto ciò è dovuto all’importanza della sua storica università. L’università di Coimbra, che dovrebbe essere la prima tappa, è la più antica università del Portogallo e la nona più antica del mondo, motivo per cui è così difficile visitarla. Al suo interno si può visitare anche la biblioteca più importante del paese, la Biblioteca Joanina, che è stata considerata da The Telegraph la biblioteca più spettacolare del mondo. Ha un accesso diretto al cortile dell’università ed è uno degli edifici barocchi più importanti del Portogallo.

Sempre all’interno dell’università si può visitare Porta Férrea, appena si accede al cortile è l’edificio alla destra. È riconoscibile dalle sue scale uniche e monumentali.
Merita una visita anche la torre universitaria conosciuta anche come Cabra che colpisce anche i turisti più dubbiosi con una vista a 360 gradi di tutta la città.
A pochi metri si può dare un’occhiata ad uno dei giardini botanici più iconici del Portogallo, qui sono custoditi migliaia di piante e alberi ed è il posto perfetto per rifugiarsi dal caldo estivo di Coimbra.

Tuttavia, Coimbra è molto più di una semplice università. È la terza città più importante del Portogallo ed offre una vasta gamma di attività come visitare il Museo Machado de Castro, il Monastero di Santa Cruz, la Vecchia Cattedrale di Coimbra (Sè Velha), il Monastero di Santa, la Clara-a-Velha, la Quinta das Lágrimas ( dove scoprire di più sulla storia d’amore più tragica del Portogallo), il Penedo da Saudade (un bellissimo parco con vista sulla città), il Portugal dos Pequenitos (un parco dedicato ai bambini) e il meraviglioso fiume Mondego, il fiume portoghese più lungo.
Un vecchio detto dice: “Coimbra tem mais encanto na hora da despedida“, ovvero “quando lasci Coimbra lasci anche una parte di te”. – QuilometroZero (Ig: @quilometrozero, Fb: Quilómetro Zero, Blog: Quilómetro Zero)

GUIMARÃES

Guimarães è la culla del Portogallo conosciuta per il fanatismo per lo sport, il centro storico, il patrimonio culturale dell’umanità e il suo castello. Nel 2012 è stata la capitale europea della cultura (anno che ha reso la città un luogo culturalmente più ricco) e nel 2013 la città europea dello sport.
Il momento migliore per visitare Guimarães è tra fine novembre e inizio dicembre. In questi mesi si svolgono i Nicolinas, le feste più importanti della città, organizzate dagli studenti delle scuole superiori.

A Guimarães bisogna provare i piatti tipici come il rojões, il merluzzo e la tortas de guimarães. È d’obbligo perdersi nel centro storico e godersi la bellezza e i colori della città che regalano tanta storia e ricordi. Dopo aver visto il centro storico, si deve visitare il Castello e il Palazzo dei Duchi di Bragança. Lungo la strada si troveranno molte chiese nelle quali entrare. Si può anche visitare Penha, una montagna dalla quale vedere la città dall’alto. Ci si arriva anche con la funivia! Se si è fortunuti si potrebbe assistere ad uno spettacolo al Centro Cultural Vila Flor, ma se non lo si è si può rimediare con una passeggiata tra i giardini. È già notte e non si ha voglia di andare a dormire? Nel centro storico è consigliato bere una birra in Praça da Oliveira. Bisognerebbe trascorrere a Guimarães più di una giornata e visitare anche la Casa da Memória e la Plataforma das Artes. Guimarães è vibrante, piena di storia e animazione culturale. – Joana Journey (Ig: @joanamrm, Fb: Joana Meneses, Blog: Joana Journey)

VILA REAL

Oggi il Portogallo è una delle destinazioni preferite dai viaggiatori: per il clima, l’incomparabile cucina, la sicurezza e la cordialità della sua gente. Non c’è nessuno che non abbia sentito parlare di questo paese e della luminosa Lisbona, del romanticismo di Porto e del fiume Douro, delle spiagge della Costa Vicentina e dell’Algarve, della serenità dell’Alentejo, delle isole Azzorre e Madeira. Anche altre destinazioni come Minho o Serra da Estrela iniziano ad essere sulla bocca della gente e ad essere visitate.

Ciò che propongo di fare è scoprire Vila Real, la capitale della regione di Trás-os-Montes (letteralmente: dietro le colline), nel nord-est del paese. Circondata da tre montagne, questa antica città è una meravigliosa destinazione in inverno grazie alle frequenti nevicate, ma è anche un ottimo posto da visitare durante i mesi più caldi, in particolare ad agosto, quando si tiene il famoso World Touring Car Racing (WTCR) attraverso le strade della città. Vila Real ha un ricco patrimonio architettonico ed è piena di aree verdi e parchi naturali. Se si vuole fare una nuotata, ci sono diverse spiagge fluviali e le impareggiabili cascate di Fisgas do Ermelo, un luogo magico. Visitare la regione di Vila Real significa anche sbirciare in un passato portoghese rustico e autentico, in villaggi in cui è ancora possibile vedere contadini che trasportano legna e cibo in carri  o pastori che guidano le loro mandrie. Buon viaggio. – Mikolands (Ig: @mikolands, Fb: Miguel Almas)

TOMAR

Conosciuta per essere l’ex quartier generale dell’Ordine dei Templari, Tomar è una città bellissima ed affascinante con un’inevitabile ricchezza artistica e culturale! Situata sulle rive del fiume Nabão, è una delle città storiche del Portogallo. La sua più grande attrazione è il Convento di Cristo, una delle più importanti opere rinascimentali. Con così tanto da vedere e da fare, scopriamo ciò che non dovresti perdere mentre visiti Tomar:

Convento di Cristo. Prezzo €6 | Domenica e festivi gratis fino alle h14. Costruito nel XII secolo, il Convento ha dato rifugio all’Ordine di Cristo. Questo colossale edificio custodisce memorie di famose figure della storia del Portogallo come quella dell’infante D. Henrique, che fece costruire due chiostri e la sua residenza.

Castello dei Templari. Incluso nella visita al Convento di Cristo. Costruito dal maestro D. Gualdim Pais nel 1160, è simile ai castelli del Medio Oriente e presenta tecniche difensive che si dimostrarono efficaci nelle battaglie contro i Mori durante la dinastia di D. Afonso Henriques.

Foresta nazionale Sette colli. Ingresso gratuito. Nelle terre che già appartenevano ai Templari sorse questa foresta fortificata, conosciuta come il “Recinto del Convento”, uno spazio di raccolta e coltivazione, successivamente fornito dal sistema di irrigazione filippino. Questo parco è il polmone della città ed è il luogo ideale per una gita romantica o in famiglia.

L’acquedotto pagano. L’acquedotto fu progettato durante il regno di Filippo I da Pedro Fernandes Torres, che iniziò i lavori nel 1597 con l’obiettivo di instradare l’acqua al Convento di Cristo da quattro diverse sorgenti, situate alla periferia della città. La sua struttura è simile a quella degli acquedotti di Elvas ed Évora, ha una lunghezza di sei chilometri ed è composta da 180 perfetti archi ad anello.

Chiesa di Santa Maria do Olival. In questa chiesa gotica del XIII secolo, costruita su un monastero benedettino, risiede l’anima templare fin dagli albori della nazione. Era il Pantheon dei Cavalieri, come il Maestro D. Gualdim Pais, la cui lapide si trova ancora oggi. Oltre ai segni dei Templari, si trovano la rosetta e il campanile, antica torre di guardia romana.

Republic Square. Entrando nella piazza, ci si trova nel cuore della città. Qui, nel Municipio è racchiuso il potere temporale e nella Chiesa di San Giovanni Battista il potere sacro, l’edificio presenta una facciata gotica e una torre ottagonale manuelina. Al centro della piazza, circondato da rispettabili edifici, sorge D. Gualdim Pais, maestro templare, fondatore di Tomar.

Cosa fare. Uno dei modi migliori per imparare la storia attorno a ciascuno dei monumenti della città e i loro misteriosi segreti è fare un tour in Tuk Tuk. Abbiamo provaro uno dei tanti tour disponibili di Tuk Lovers ed è stata un’esperienza meravigliosa. Catarina, la nostra autista/guida, era eccellente e ci ha fatto scoprire cosa rende Tomar un posto unico e speciale! Prezzo: a partire da €10. – Marco&Andreia (Ig: @espreitaromundo, Fb: Espreitaromundo, Blog: Espreitar o Mundo)

Tomar

Tomar

Spiagge e Natura

ARRÁBIDA NATURAL PARK

Situato vicino al mare, tra Setúbal e la città di pescatori di Sesimbra, il Parco Naturale di Arrábida vanta una bellezza naturale incomparabile, qui l’azzurro del mare si alterna con i toni bianchi delle scogliere di gesso e il verde della fitta vegetazione che ricopre la catena montuosa. Ci sono tante spiagge bellissime dove rilassarsi e godersi al meglio le vacanze. È inoltre possibile esplorare il Parco Naturale e scoprire sentieri da quali si possono ammirare panorami mozzafiato. – Doubled Eye Exposure (Ig: @_double_eye_exposure)

PENICHE

Dalla città di Peniche, si può raggiungere il porto dal quale partono le barche per l’arcipelago di Berlengas. I biglietti possono essere acquistati sul luogo o online. Il prezzo è di €20 andata e ritorno per gli adulti e €10 per i bambini da 5 a 12 anni. Per l’escursione sono necessarie scarpe comode e attenzione al mal di mare! Ma una volta arrivati, ne sarà valsa la pena. Per visitare l’arcipelago si può seguire le indicazioni percorre i sentieri, qui ci sono varie grotte e luoghi nascosti per nuotare. L’attrazione più famosa è Forte de São João Baptista: una bellissima riserva naturale da visitate minimo un giorno. È possibile campeggiarvi. – Martina (Ig: @beauty_full.life, Fb: Ma Vie de Bohémienne, Blog: Ma Vie de Bohémienne)

Peniche

Peniche

MIRAMAR BEACH

La spiaggia di Miramar, nella città di Gaia, è stata eletta una delle 15 destinazioni più belle d’Europa dal sito “Best European Destinations” nel 2015.
La spiaggia è lunga e sabbiosa e offre una passerella e una pista ciclabile che costeggia la costa di Gaia. Una delle maggiori attrazioni è la cappella di Senhor da Pedra, costruita nel 1686 su una roccia in riva al mare.
L’edificio ha una forma esagonale ed è considerato un luogo di culto. Secondo i pannelli di piastrelle all’ingresso, si ritiene che la cappella inizialmente fosse destinata al culto pagano dagli abitanti pre-cristiani.
La tradizione dice che la cappella appartiene sia al mare che alla terra ed è senza dubbio un punto di riferimento per i pescatori che navigano lungo la costa. È una delle cartoline di Gaia, ma è ancora sconosciuta al resto del paese. – The Genuinely Curious (Ig: @the.genuinely.curious , Fb: The Genuinely Curious, Blog: The Genuinely Curious)

Miramar Beach

Miramar Beach

SINTRA

Sintra è uno dei posti più romantici del Portogallo. C’è molto da vedere, ma mi soffermerò su Quinta da Regaleira, uno dei monumenti più sorprendenti di tutta Sintra. Se si vuole entrare  in contatto con la natura e scoprire anche un’architettura straordinaria, questo è il posto giusto!

Quinta da Regaleira è un posto sorprendente ed enigmatico che può essere visto come un luogo fuori dal tempo e dallo spazio: dopo essere entrati è come se fossimo in un’altra realtà! L’architettura e l’arte del palazzo, della cappella e degli altri edifici sono stati concepiti nel contesto di un giardino edenico che si è rivelato un luogo intriso di magia e mistero. Nel giardino si trovano numerosi riferimenti alla mitologia: è posto paradisiaco in cui coesiste anche un mondo infero e sotterraneo.
Il palazzo è circondato da lussureggianti giardini, laghi, grotte ed edifici enigmatici, la sua diversità è arricchita da simboli correlati all’alchimia, alla massoneria e ai templari. Lo spazio è modellato con elementi che evocano il romanico, il gotico, il rinascimento e il manuelino.

Alcune attrazioni interessanti sono il lago delle cascate e il portale dei guardiani, quest’ultimo è uno degli ingressi al pozzo iniziatico: una “torre invertita” a 27 metri sotto terra dotata di una scala a chiocciola. Si dice che il pozzo sia iniziatico perché si credeva fosse usato nei rituali di iniziazione per la massoneria. Il pozzo è collegato attraverso diverse gallerie ad altre parti della Quinta da Regaleira. Meritano una visita anche le grotte, la torre Regaleira (costruita per dare l’illusione di trovarsi sull’asse del mondo), la Grotta di Leda, la Cappella e il Palazzo. Da vedere anche l’altopiano degli dei, composto da 9 statue degli dei greco-romani. La mitologia classica è stata una delle più importanti ispirazioni per i giardini Regaleira.
È impossibile rimanere indifferenti davanti a Quinta da Regaleira: un luogo magico, naturale, pieno di simbolismo e dotato di viste privilegiate sulla catena montuosa e sul famoso Palazzo Pena! – Lago was there (Ig:
@manueljoaolago, Fb: Lago Was There, Blog: Lago Was There)

CABO ESPICHEL

Cabo Espichel è un posto speciale. Situato nella parte occidentale di Sesimbra, nel distretto di Setubal, è un posto bellissimo dove l’azzurro del cielo tocca l’azzurro del mare.
È uno dei posti che amo di più in Portogallo, ideale per rilassarsi e ascoltare lo schianto delle onde contro la scogliera. Qui, la storia si fonde con la natura. La chiesa e il santuario del XV secolo di Nossa Senhora do Cabo sono l’attrazione principale, ma puoi anche visitare  il Cruzeiro, l’Hospedaria dos Peregrinos, un eremo in rovina e un bellissimo faro.

A Cabo Espichel ci sono varie attività e tour, quindi non dimenticare di:
– fare immersioni subacquee e osservare la vita marina
– visitare le grotte naturali
– fare una gita in barca per vedere i delfini e il parco marino Luiz Saldanha
– fare un tour per vedere le impronte dei dinosauri a Pedra da Mua
– ammirare la bellezza della natura circostante
Non dimenticare di visitare Sesimbra, a pochi chilometri di distanza, e goderti una festa al tramonto sulla spiaggia.
– A bella eo Mundu (Ig: @abellaeomundo, Fb: A Bella e o Mundo – Fofurices Triviais, Blog: A Bella e o Mundo)

Cabo Espichel

Cabo Espichel

ARRÁBIDA

Ogni volta che qualcuno visita il Portogallo spesso soggiorna nella città di Lisbona, dove possono partire per tour di Évora, Fatima e altri luoghi “standard”. Tuttavia c’è un posto che un turista normale non sa nemmeno che esiste e, se lo sapesse se ne innamorerebbe, è Serra da Arrábida. In questo paradiso segreto c’è tanto da visitare e tanto da sperimentare!

Rilassati sulla spiaggia. Le spiagge qui sono fantastiche! Acque cristalline, sabbia bianca e rocce danno a questo luogo un paesaggio naturale e selvaggio. Tra le altre spiagge spicca Praia dos Galapinhos. Ben nascosta, questa spiaggia offre le condizioni ideali di privacy, oltre ad una giornata a guardare e godersi la sua bellezza.

Le grotte naturali. Questa regione ha diverse grotte naturali, ognuna con la sua particolarità e bellezza, sebbene alcune siano più accessibili di altre. La più spettacolare e facilmente raggiungibile è la grotta situata vicino alla Gaiato Holiday Home (38.470913 N, -8.987924 O), dove appena scesi pochi scalini si ha un posto pittoresco e bellissimo. La vista è incredibile e questa particolare grotta possiede un altare d’oro che le conferisce un aspetto unico e misterioso.

Attività per tutti! Questa regione offre varie attività per tutta la famiglia: dalla discesa in corda doppia, lo snorkeling, la canoa, il parapendio e persino il “costerismo“. Una straordinaria opportunità di vivere Arrábida in modo diverso.

Flora e fauna mozzafiato. Arrábida è anche conosciuta per la sua flora e fauna. In tutto il suo parco naturale è possibile vedere varie specie di fiori e piante, ognuna più bella dell’altra. La sua diversità botanica è legata al territorio che fornisce microclimi differenziati.
Per quanto riguarda la fauna, puoi trovare animali unici! Dalle volpi, donnole e lontre, agli uccelli più popolari come l’aquila di Bonelli, il gufo reale e il falco pellegrino. Chiaramente un posto da visitare per gli amanti delle specie.
Il traffico verso questa zona è condizionato. Non è possibile portare lì il proprio veicolo personale. Ma non scoraggiarti, ci sono molte alternative!
Puoi noleggiare uno scooter per €40 al giorno, puoi andare in autobus e persino in tuk tuk! Ma se vuoi davvero essere avventuroso, perché non fare un piccolo safari a bordo di una jeep e conoscere l’intera area di Arrábida? – Tours and Travels (Ig: @tours.and.travels)

ALQUEVA

Nell’interno del Portogallo, nel cuore dell’Alentejo, si trova la bellissima regione di Alqueva. In armonia con la calma e la tranquillità tipiche di questa parte del paese, Alqueva è oggi una delle destinazioni più fantastiche del Portogallo. La costruzione della diga di Alqueva all’inizio di questo millennio ha dato origine al più grande lago artificiale dell’Europa occidentale (circa 250 km2), contribuendo notevolmente al fascino della regione.
C’è molto da vedere e da fare intorno a questo imponente lago, ecco i consigli delle attrazioni che sicuramente non vorrai perderti.

Villaggio medievale di Monsaraz. Vincitore del concorso 7 Meraviglie del Portogallo nella categoria “Villaggi monumentali”, questo villaggio è un museo a cielo aperto.
Dal suo splendido castello si gode una vista mozzafiato sulla pianura dell’Alentejo e sul lago Alqueva. Le antiche mura circondano un pittoresco villaggio pieno di angoli incantevoli. Qui si respira la storia.

Spiagge fluviali. Nella regione di Alqueva ci sono alcune spiagge fluviali dotate di eccellenti infrastrutture, da ristoranti, bagnini, ombrelloni e persino un vasto assortimento di sport acquatici.
Se visiti Alqueva in estate, queste spiagge saranno un’ottima scelta per rinfrescarti e sfuggire al caldo che si avverte all’interno dell’Alentejo.

Xarez’s Cromlech. Se ti piace la storia, questo è uno degli esempi più impressionanti di megalitismo nel territorio portoghese. Si stima che sia stato eretto tra il 4000 a.C. e il 3000 a.C.
Ma qual è la funzione di questo Cromlech? A cosa serviva? Questo particolare Cromlech aveva la funzione di segnare determinati periodi del calendario, giorni magici che segnavano i cicli del sole. Puoi visitare questo monumento in silenzio e apprezzare e immaginare tutto il suo simbolismo.

Marina di Amieira. Hai mai immaginato di affittare una casa galleggiante solo per te? Qui al Lago di Alqueva puoi goderti questa esperienza e dormire una notte in barca.
Tuttavia, se preferisci, puoi anche fare delle gite in barca più tradizionali, con o senza rifresco a bordo.

Esperienza culinaria in un vecchio frantoio. Un vecchio frantoio ha dato vita a uno dei ristoranti più iconici in questa zona di Alqueva, ora chiamato Ristorante Sem Fim. Molto è stato conservato dall’originale frantoio, creando una perfetta armonia tra il passato e una decorazione cosmopolita a cui contribuiscono in larga misura le mostre d’arte che vi si tengono. I piatti serviti rispettano la tradizione, ma con una presentazione moderna che delizia i suoi clienti.

São Pedro do Corval. Solo la seconda o la terza volta che ho visitato l’Alqueva ho scoperto questo luogo segreto. São Pedro do Corval è il più grande centro di ceramiche del Portogallo, con oltre 30 ceramiche. Qui è ancora possibile vedere dal vivo l’argilla plasmata dalle mani esperte dei vasai, che viene poi cotta in forni a legna e successivamente dipinta con i colori dorati dell’Alentejo. Il souvenir perfetto da portare a casa con te.

Dark Sky Alqueva. Ho lasciato il consiglio migliore per la fine. Sapevi che la regione di Alqueva è una delle migliori al mondo per osservare le stelle? È stato persino il primo posto al mondo ad essere certificato dalla Starlight Foundation come “Destinazione turistica Starlight”. Numerose condizioni hanno permesso a questa regione di vincere questo premio, dal basso inquinamento luminoso alle condizioni eccellenti per i turisti che vogliono venire e soggiornare in questa zona.
Quindi, se le condizioni meteorologiche sono soddisfatte, dirigiti al quartier generale di Dark Sky Alqueva nel villaggio di Cumeada e trascorri del tempo a guardare la luna, le stelle, le costellazioni, la via lattea, le lune di Giove e molto altro ancora. Non dimenticare di prenotare in anticipo poiché è obbligatorio.
Ci sarebbe molto altro da dirti sull’Alqueva. Ecco l’antipasto per conoscere questa magica regione dove storia, arte e tradizione si fondono perfettamente. – Simplesmente Viajar (Ig: @simplesmenteviajar07, Blog: Simplesmente Viajar)

Alqueva

Alqueva

ALGARVE

L’Algarve è un posto semplicemente fantastico! Dove si può andare in spiaggia e in montagna, passeggiare a Ria Formosa e fare birdwatching, andare in kayak o in barca a vela. Per gli amanti della natura, con un po’ di fortuna, è possibile avvistare delfini, orche, fenicotteri e molto altro. Se la natura non ti attira, puoi visitare il castello di Faro o fare un giro per i bar e i ristoranti di Albufeira, dove le notti sono fantastiche! Per riposare, l’opzione migliore è visitare le isole dell’Algarve (Fuseta, Armona, Deserta e Farol) prendendo un traghetto da Olhão.
Le spiagge più belle sono a Lagoa e Lagos.

Per venire in Algarve puoi prendere un aereo per Faro o Lisbona e a Lisbona prendere un treno. Il mio consiglio è di visitarla in bassa stagione, evitando agosto. Algarve vanta di bel tempo praticamente tutto l’anno ed è possibile andare in spiaggia da maggio a settembre. – Daniela (Ig: @travelislife137, Fb: Daniela Castro, Blog: Around the World)

Algarve

Algarve

PENHA GRACIA

Non lontano da Lisbona, a circa 3 ore, c’è una piccola città chiamata Penha Garcia. Molte persone, anche i portoghesi non conoscono questo posto. Qui puoi trovare paesaggi meravigliosi e una piscina naturale. Un buon posto per rilassarsi e trascorrere le calde giornate estive. Ma questa non è l’unica cosa che puoi fare: puoi anche fare un’escursione sulla collina, fino al castello. Lungo la strada troverai un bellissimo paesaggio e molte case tipiche, che si possono visitare per scoprire com’era la vita ai vecchi tempi. Sicuramente una gemma nascosta nel mio paese, e assolutamente da non perdere. – Road to Freedom (Ig: @roadtofreedomblog, Fb: Roadtofreedom, Blog: Road to Freedom)

Penha Garcia

Penha Garcia

AZORES

Le Azzorre sono una destinazione nascosta con almeno 10 tesori preziosi. Alcuni di questi si possono trovare in altre parti del mondo. Ma, insieme, si trovano solo nelle Azzorre. Ed è ciò che rende queste isole un luogo così speciale.

1. Crateri di vulcani addormentati. Le Azzorre sono nate dall’attività vulcanica milioni di anni fa. Ancora oggi “nascono” nuove aree a causa di alcune eruzioni. Poiché è una regione vulcanica, ci sono enormi crateri sparsi nelle 9 isole dell’arcipelago. Alcuni con laghi al centro che aumentano l’impatto visivo ed è impossibile rimanere indifferenti. I più conosciuti e impressionanti sono il calderone dell’isola di Corvo, la Lagoa das Sete Cidades e la Lagoa dos Canários.

2. Spiagge di sabbia nera. Il contrasto tra le acque nere e turchesi spicca ovunque. Non siamo abituati ad essere di fronte a tale bellezza, quindi è naturale dedicare un po’ di tempo alla contemplazione! Le Azzorre sono anche famose per il surf e altri sport acquatici.

3. Lagune di acqua calda. Le lagune e le piscine terapeutiche sono un must dell’isola! L’attività sismica esiste ancora e spesso nelle isole troviamo pozze d’acqua calda con proprietà medicinali. Ad esempio, Dona Beija Pools è il luogo dove i locali trattano i problemi della pelle. In queste piscine è possibile trascorrere lunghe ore sotto l’influenza di queste acque, ma di notte lo spettacolo diventa ancora più grande. Il vapore rilasciato dall’acqua trasforma completamente questo luogo.

4. Cascate. Le cascate fanno parte di questo magnifico paesaggio. Le cascate più grandi e più belle del Portogallo si trovano nelle Azzorre. Ad esempio la cascata Salto da Farinha o la cascata Salto Cabrito.

5. Immersioni con animali marini. Le isole Azzorre si trovano nel mezzo dell’Oceano Atlantico. Quindi sono un punto di riposo e di alimentazione per innumerevoli specie migratorie come la balenottera azzurra a fine inverno e capodogli e delfini in estate. È possibile noleggiare una barca con una compagnia locale per vedere più da vicino questi animali. Vedere questi animali nel loro habitat naturale è un’esperienza indimenticabile.

6. Scogliere di aria fresca e pura. Per chi cerca scenari panoramici, ecco il posto ideale. Miglia e miglia di scogliere sul mare. Gli uccelli qui si sentono protetti e costruiscono i loro nidi in questi burroni, completando il paesaggio.

7. Cibo cotto sul pavimento vulcanico. Come ho già detto, alcune aree dell’isola mantengono l’attività sismica. Quindi, a Furnas viene prodotto un famoso stufato, il Cozido à Portuguesa. Una miscela di varie carni viene cotta sul pavimento, sotto un terreno molto caldo. Verso le 8 del mattino, padelle ermeticamente sigillate vengono sepolte nel terreno per cucinare queste carni. All’ora di pranzo sono pronti e possono essere gustati nei ristoranti locali.

8. Alba e tramonto da ogni parte. Durante lo stesso giorno si possono osservare entrambi, ad esempio dalle spiagge. Inoltre, è noto che le Azzorre hanno le quattro stagioni dell’anno nello stesso giorno. Può essere molto caldo e piovoso. Questa imprevedibilità crea paesaggi meravigliosi da catturare.

9. Contatto con la cultura locale. Inizia la giornata dicendo “Bom dia” (buongiorno!) per interagire con la gente del posto. Le Azzorre furono colonizzate dai portoghesi nel XV secolo, ma essendo un arcipelago distante si è svilippato con il proprio accento.  Gli abitanti delle Azzorre sono umili e genuini, sempre pronti ad aiutare e salutare. Più ci allontaniamo dalle città dell’isola, più osserviamo la vita tradizionale.

10. I prodotti unici delle Azzorre. Essendo un luogo “remoto”, gli abitanti delle Azzorre dovevano diventare abbastanza autonomi. Pertanto, ci sono prodotti che si trovano solo qui. Per esempio il tè Gorreana , il pesce in scatola di alta qualità, le piantagioni di ananas, la produzione del famoso formaggio Queijo da Ilha, il vino delle Azzorre piantato in terreno vulcanico. – Joao (Ig: @joaotiagoliveira, Fb: Joaotiagoliveira Travel Vlog, Blog: joaotiagoliveira)

Azzorre

Azzorre

Ti è venuta un’irrefrenabile voglia di partire per il Portogallo? Organizza il tuo viaggio!

Trova voli per il Portogallo

Potrebbe interessarti:Lisbona: l’itinerario di un weekend

@momondo – #admomondo – #owtraveler


Ti piacciono i miei articoli? Iscriviti alla newsletter per ricevere a fine mese il riassunto dei post pubblicati, codici sconto e tutte le novità!

o