Quando mi sono resa conto di essere una viaggiatrice?

Già intorno ai 14 anni iniziavano i primi segnali della mia indole da globetrotter. Ogni volta che tornavo a casa da una gita o viaggio scolastico era un truma: il giorno del rientro cominciavano i pianti e i giorni seguenti erano caratterizzati da musi lunghi e malumore. Avrei voluto che ogni viaggio durasse sempre un giorno in più.

Ma il fatto che veramente mi ha fatto capire quanto amassi viaggiare è stato il primo viaggio da sola fuori dall’Italia con le miei amiche. Insieme, all’età di 19 anni, siamo andate a Valencia per 5 giorni. Mi ricordo di avere letto almeno due guide sulla città e un mese prima della partenza avevo già organizzato l’itinerario nei minimi dettagli. Questo viaggio mi ha permesso anche di scoprire che tipo di viaggiatrice fossi: meticolosa, puntuale e super organizzata. Mi piace decidere cosa fare e cosa vedere in anticipo in modo da gestire al meglio il tempo e poter vedere il maggior numero di attrazioni possibili.
Probabilmente è proprio per queste ragioni che Valencia mi è rimasta nel cuore e se potessi ci tornerei una volta al mese.

Trova un volo e parti!

Potrebbe interessarti: Da non perdere a Valencia

Valencia dall’alto

#admomondo – #owtraveler